Oltre il giardino (1979)

Trama: "Oltre il Giardino" è un'amara e, al tempo stesso, esilarante rappresentazione della nuova società apolide, nutrita di frasi fatte e televisione, in cui il problema dell'incomunicabilità sembra aver perduto la sua importanza, poiché non vi è più nulla da comunicare realmente, oltre l'inadeguatezza che coinvolge la stessa classe dirigente così come i signori della comunicazione e dell'informazione. Con la sua regia, Hal Ashby ha saputo trasporre magistralmente su pellicola, con equilibrio e attenzione, il romanzo "Presenze" dello scrittore polacco Jerzy Kosinski, da cui il film è tratto. Mentre la straordinaria interpretazione di Peter Sellers nei panni di Chance, una specie di progenitore di Forrest Gump, cala lo spettatore nella desolante dimensione tipica del teatro dell'assurdo, aggiungendovi un pizzico di umorismo British.

Durata: 130’

Creatore: Jack Schwartzman Regista: Hal Ashby

Cast:
Peter Sellers,
Shirley MacLaine,
Melvyn Douglas

Moods

Amarezza
50%
Tristezza
70%